Acustica


article-img

 

VALUTAZIONE DI IMPATTO E CLIMA ACUSTICO

Il rumore e' un suono che provoca una sensazione sgradevole, fastidiosa o intollerabile. Il suono e' una perturbazione meccanica che si propaga in un mezzo elastico (gas, liquido, solido) e che e' in grado di eccitare il senso dell'udito. L'inquinamento acustico e' definito come l'introduzione di rumore nell'ambiente abitativo o nell'ambiente esterno tale da provocare fastidio o disturbo al riposo ed alle attività umane, pericolo per la salute umana, deterioramento degli ecosistemi, dei beni materiali, dei monumenti, dell'ambiente abitativo o dell'ambiente esterno o tale da interferire con le legittime fruizioni degli ambienti stessi. Esso rappresenta un'importante problematica ambientale, in particolare nelle aree urbane e, nonostante sia spesso ritenuto meno rilevante rispetto ad altre forme di inquinamento, suscita sempre più reazioni da parte della popolazione esposta, che considera il rumore come una delle cause del peggioramento della qualità della vita.

TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE
La Legge Quadro n. 447/95 ha definito una figura di esperto, qualificato ed iscritto nell'albo della Regione, quale figura professionale idonea ad effettuare misurazioni, verificare l'ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti norme, redigere i piani di risanamento acustico, svolgere le relative attività di controllo.
Il Laboratorio Micro-b e' in grado di svolgere attività di misura, controllo e risanamento dell'inquinamento acustico nell'ambiente esterno, abitativo e lavorativo offrendo i seguenti servizi:

 


 

ACUSTICA AMBIENTALE (L.Q. n. 447/95 del 26/10/1995)

 

 

  • · Valutazione previsionale e verifica dell'impatto acustico: mediante un'accurata valutazione previsionale e/o post-operam per definire le caratteristiche di una sorgente sonora e l'impatto sui recettori circostanti. Verranno effettuate diverse misurazioni in vari punti di misura con stesura di una relazione tecnica finale.
  • · Valutazione previsionale e verifica del clima acustico in una determinata area in relazione ad un'opera o attività che verrà realizzata in seguito, oppure su una situazione già esistente. In entrambi i casi verranno effettuati rilievi fonometrici e successiva stesura di relazione tecnica illustrativa.
  • · Classificazione acustica del territorio comunale mediante la caratterizzazione della situazione acustica esistente, l'analisi degli strumenti urbanistici vigenti e delle previsioni di sviluppo; elaborazione della documentazione tecnica e cartografica.

 



REQUISITI ACUSTICI PASSIVI DEGLI EDIFICI (D.P.C.M. del 5/12/1997)


Con l'emanazione del DPCM 5/12/1997 sono stati definiti i requisiti acustici delle sorgenti sonore all'interno degli edifici e i requisiti di fonoisolamento che i componenti di un edificio (facciate, partizioni interne, solai, coperture) devono necessariamente avere. E' tuttavia possibile progettare correttamente un edificio e valutare in via previsionale i relativi requisiti acustici passivi applicando una serie di norme tecniche contenenti degli specifici metodi di calcolo.

 



VALUTAZIONE DEL RISCHIO RUMORE IN AMBIENTE DI LAVORO (D. Lgs. 81/2008)


Il D. Lgs 81/2008 stabilisce che il datore di lavoro ha il dovere di valutare l'esposizione al rumore dei lavoratori, in base all'impiego di macchine o al lavoro in ambienti rumorosi. In base ai livelli di rumorosità misurati tramite indagine fonometrica ed ai tempi di esposizione di ogni operatore dell'azienda verranno calcolati i livelli di esposizione al rumore dei lavoratori con successiva relazione tecnica firmata da Tecnico abilitato in acustica.

News Recenti